Le malattie autoimmuni associate al diabete di tipo 1

Date
Share

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune provocata dalla distruzione, da parte del sistema immunitario, delle cellule pancreatiche che producono insulina. Le malattie autoimmuni hanno in comune tra loro una certa predisposizione genetica a produrre anticorpi diretti contro alcuni organi in particolare; non è raro quindi che il diabete di tipo 1 sia associato ad altre patologie. 

Tiroidite autoimmune

La disfunzione autoimmune della tiroide è la malattia che si associa più di frequente al diabete di tipo 1, ma anche la meno grave e la più facile da curare.

È importante distinguere l’ipotiroidismo, molto più frequente, dall’ipertiroidismo.

La tiroidite autoimmune è presente nel 13-23% delle persone che vivono con il diabete di tipo 11, e il rischio aumenta con l’età. Secondo alcuni studi, circa il 40% delle donne avrebbero autoanticorpi (utilizzati per le diagnosi) positivi2.

Oggi, la diagnosi di ipotiroidismo da tiroidite di Hashimoto viene fatta raramente in fase di ipotiroidismo grave, come avveniva in passato, ricorrendo all’individuazione di sintomi classici come secchezza della cute, pallore, sensibilità al freddo e, nelle più giovani, interruzione della curva di crescita. La diagnosi ai giorni nostri viene effettuata più spesso mediante screening sistematico del dosaggio del TSH (Thyroid Stimulating Hormone), elevato in caso di ipotiroidismo. Si consiglia di fare l’esame sopraindicato in concomitanza con la diagnosi di diabete di tipo 1 e, in seguito, ogni 1-2 anni in presenza di sintomi che facciano pensare a una disfunzione della tiroide.

L’ipertiroidismo è più raro e riguarda circa il 2% delle persone che vivono con il diabete di tipo 11. L’ipertiroidismo in generale è caratterizzato da un’inspiegabile perdita di peso, irritabilità, tachicardia e a volte gozzo ed esoftalmo. Sono due le patologie alla base dell’ipertiroidismo: la malattia di Basedow e la tiroidite di Hashimoto nella fase iniziale.

Celiachia

La celiachia è una malattia infiammatoria autoimmune intestinale causata direttamente dal glutine. Una persona con diabete di tipo 1 ha un rischio tre volte maggiore di avere la celiachia1.

Si consiglia di non cominciare una dieta alimentare senza glutine prima di aver ricevuto la conferma della diagnosi. È necessario inoltre essere seguiti da un diabetologo, che si occuperà in modo particolare di fare in modo che il diabete venga correttamente compensato, e da un/a dietista o nutrizionista per quanto riguarda le scelte alimentari. Seguire un regime alimentare senza glutine ha il sapore di una sfida. Le persone con celiachia possono trovare supporto nelle associazioni dedicate alla celiachia come la francese Association Française Des Intolérants au Gluten (AFDIAG)3.

Malattia di Addison

La malattia di Addison è una malattia autoimmune definita anche insufficienza surrenalica. Nel caso di questa malattia, gli anticorpi attaccano le ghiandole surrenali situate proprio sopra i reni. Ne consegue un’insufficiente secrezione di ormoni indispensabili come il cortisolo. Il trattamento consiste quindi nel sostituire il cortisolo naturale per via farmacologica. L’insufficienza surrenalica autoimmune o malattia di Addison è rara, interessa l’1% delle persone con diabete di tipo 1, è cioè 3-5 volte più frequente che nella popolazione generale1.

Un inspiegato senso di spossatezza, un’abbronzatura spontanea anormale, ipoglicemie ripetute e a volte molto severe devono mettere in allarme. Le persone che vivono con il diabete di tipo 1 che presentano uno o più sintomi di questo tipo, devono consultare rapidamente un medico per effettuare esami e analisi complementari.

Gastrite autoimmune

Le persone con il diabete di tipo 1 sono maggiormente a rischio di sviluppare una gastrite autoimmune. In questo caso, le cellule parietali dello stomaco che secernono acido cloridrico e il fattore intrinseco (che consente l’assorbimento della vitamina B12) vengono distrutte. Ne deriva una carenza di vitamina B12 alla base di un’anemia detta perniciosa o anemia di Biermer (si cura molto facilmente con un’iniezione mensile di vitamina B12).

A livello cutaneo

Lupus

Il lupus è una malattia autoimmune rara che si manifesta il più delle volte attraverso lesioni della pelle e dolori articolari, ma che può interessare altri organi come il cuore, il cervello, i reni… L’esordio del lupus è spesso a livello cutaneo. Il sintomo più caratteristico è la comparsa di placche rosse infiammate sul viso. Il lupus a volte è difficile da diagnosticare per via di sintomi aspecifici (febbre, spossatezza, dolori articolari, dolori muscolari…). Per qualsiasi dubbio, consultare il medico.

Psoriasi

La psoriasi è una malattia autoimmune frequente. Colpisce il 9% delle persone con diabete di tipo 14. È causata da una rigenerazione delle cellule epiteliali molto più rapida del normale (1 settimana contro i 28 giorni canonici) e interessa di preferenza i gomiti, le ginocchia e il cuoio capelluto. La psoriasi provoca la comparsa di placche rosse e prurito.

Vitiligine

Nel caso della vitiligine, i melanociti responsabili della pigmentazione della pelle vengono indeboliti da un’infiammazione di origine autoimmune, che provoca la decolorazione della pelle.

https://www.instagram.com/aerie/p/Bq4x-QIh8AO/

A livello neurologico

Miastenia

La miastenia è una malattia autoimmune neuromuscolare rara. È caratterizzata da debolezza e affaticamento muscolare.

Sclerosi multipla

La sclerosi multipla è un’altra malattia autoimmune neurologica. Nel caso della sclerosi multipla, la guaina di mielina che circonda i nervi viene attaccata dagli autoanticorpi colpendo le connessioni nervose con sintomi diversi, che vanno dall’intorpidimento alle paralisi. Il diabete di tipo 1 e la sclerosi multipla sono legati dal punto di vista immunologico ed è ormai noto che il rischio di sviluppare la sclerosi multipla è maggiore in una persona con diabete di tipo 15.

Altre malattie autoimmuni associate al diabete di tipo 1

Poliartrite reumatoide

La poliartrite reumatoide è la forma più frequente di reumatismo infiammatorio cronico. Questa patologia è dovuta a un’anomalia immunologica che provoca un’infiammazione delle articolazioni e può causare dolori e disabilità più o meno importanti.

Artrite cronica giovanile

L’artrite cronica giovanile comprende diverse patologie articolari infiammatorie, che esordiscono tutte prima dei 16 anni.

Sarcoidosi

La sarcoidosi è una patologia autoimmune che può riguardare più organi. Colpisce più spesso i polmoni e i linfonodi. Di origine sconosciuta, proviene probabilmente da una reazione eccessiva del sistema immunitario.

Il diabete di tipo 1 si verifica spesso in persone con una predisposizione genetica alle malattie autoimmuni. Va sottolineato che la maggior parte delle persone con diabete di tipo 1 continua a vivere senza altre patologie. È utile tuttavia sensibilizzare a riguardo per consentire una diagnosi precoce, soprattutto in caso di comparsa dei primi sintomi o addirittura dei primi segni biologici.

  1. J. W. Hughes, T. D. Riddlesworth, L. A. DiMeglio, K. M. Miller, M. R. Rickels, and J. B. McGill, “Autoimmune Diseases in Children and Adults With Type 1 Diabetes From the T1D Exchange Clinic Registry,” None, vol. 101, no. 12, pp. 4931–4937, Dec. 2016.
  2. O. Kordonouri, A. Klinghammer, E. B. Lang, A. Grüters-Kieslich, M. Grabert, and R. W. Holl, “Thyroid Autoimmunity in Children and Adolescents With Type 1 Diabetes: A multicenter survey,” Diabetes Care, vol. 25, no. 8, pp. 1346–1350, Aug. 2002.
  3. www.afdiag.fr
  4. B. Murphy-Chutorian, G. Han, and S. R. Cohen, “Dermatologic manifestations of diabetes mellitus: a review,” Endocrinol. Metab. Clin. North Am., vol. 42, no. 4, pp. 869–898, Dec. 2013.
  5. J. S. Dorman, A. R. Steenkiste, J. P. Burke, and M. Songini, “Type 1 Diabetes and Multiple Sclerosis: Together at last,” Diabetes Care, vol. 26, no. 11, pp. 3192–3193, Nov. 2003.

More on this topic

Our recommendations